Organizzazione del personale: come e perchè organizzare il capitale umano

Per gestione del personale si indica quell’attività svolta da HR Manager che hanno il compito di organizzazione e gestire il personale di un’azienda nel senso più ampio del termine. Un’addetto alla HR (Human resource) deve dunque svolgere il compito di gestire il personale in ogni sua sfaccettatura, dall’assunzione, al miglioramento nelle competenze, alla motivazione, alla valutazione delle performance di ogni dipendente sul lavoro e tanto altro. Un campo vastissimo che fa del responsabile delle risorse umane una figura professionale ricca di competenze e difficile da valutare nella scelta.

Se ti stai chiedendo Quanto guadagna un addetto alla gestione delle risorse umane? perchè stai pensando di assumerlo, pensa che con una sessione di Business coach potresti imparare a selezionare correttamente a chi affidare la gestione del personale, e perchè no, farla da solo.

Cosa fa chi si occupa di risorse umane?

Sapere cosa fa chi si occupa di gestire le risorse umane è il primo passo per scegliere correttamente tale figura professionale. Un responsabile HR si occupa tra le altre cose:

  1. di fare il selezionatore per assumere risorse adatte ai diversi ruoli e processi (leggi anche ricerca e selezione del personale)
  2. di scovare talenti per affidargli ruoli scoperti o che hanno bisogno di competenze specifiche
  3. di agevolare la circolazione delle informazioni tra dipendenti e tra personale e dirigenza
  4. Comunicare con i dipendenti
  5. motivare e garantire la serenità di ogni singolo dipendente
  6. Sedare conflittualità nascenti sul luogo del lavoro
  7. Monitorare le performance, l’andamento del lavoro e il rispetto delle procedure
  8. Fare brifing con singoli dipendenti e gruppi per coinvolgere, ascoltare, verificare e valutare
  9. fare report sulle singole risorse umane da offrire al team manager o alla dirigenza
  10. Crea piani di gratifiche dei dipendenti
  11. Valutazione del personale
  12. Gestione delle presenze e controllo accessi

  13. Gestione dell’amministrazione del personale

  14. Organizzazione delle attività di formazione del personale

  15. Organizzazione dei turni e  della programmazione del personale

  16. Organizzazione e gestione delle trasferte del personale

  17. Organizzazione della sicurezza del personale

 

Perchè organizzare il personale?

Le persone intese come capitale umano, sono tra le risorse più importanti per un’impresa, organizzarle a partire dall’assunzione, per ruoli, mansioni, competenze, è di vitale importanza per evitare che successivamente la confusione o sovrapposizione dei ruoli, porti a fermare lo sviluppo dell’azienda.

Nel percorso di apprendimento dell’organizzazione dei lavoratori, l’imprenditore deve far propria anche l’abilità di reclutamento, di saper scelta delle persone giuste nei ruoli che sono scoperti e bloccano un processo.

Sono decenni che si è compreso che i lavoratori delle imprese sono da considerare risorse strategiche primarie. Tale consapevolezza ha fatto si che si passasse dal considerare i dipendenti da semplice costo a investimento, spesso più di risorse economiche e tecnologiche.

Ogni persona che lavora in azienda, va dunque intesa come patrimonio grazie a questioni esperenziali e di competenze. Ecco perchè, uno delle attività da fare se si vuole crescere in produttività, è avere un personale organizzato correttamente.

L’attività organizzativa va dunque fatta per valorizzare e potenziare nelle competenze e abilità il capitale umano. Al fine di rendere sempre più le persone all’interno dell’impresa come fulcro della crescita.

Più che capacità quella di organizzare deve essere proprio un’abilità da crescere e allenare costantemente. Perchè dare una corretta predisposizione ai lavoratori, può aiutare a evitare problemi nella gestione del personale.

In cosa va organizzato il personale?

Assegnare risorse, spostare persone tra i vari dipartimenti, aumentare il dimensionamento aziendale con assunzioni, valutare le figure professionali alle quali assegnare un compito da svolgere in azienda, non sono le uniche cose corrette dall’attività di organizzazione del personale.

Ecco un elenco di alcuni aspetti da ottimizzare nell’organizzazione dei dipendenti all’interno dell’impresa:

  1. Personale organizzato nei ruoli e nelle mansioni
  2. Ruoli e mansioni organizzate in base a competenze e abilità
  3. Organizzare le informazioni in modo che giungano a tutti i livelli della struttura gerarchia aziendale
  4. predisporre livelli di autonomia decisionale alle singole persone
  5. Affidare compiti di supervisione e monitoraggio
  6. altro

Come organizzare il personale?

Per agevolare il successo dell’impresa bisogna favorire il collegamento tra attività, strumenti, strategie e risorse umane. Organizzare non significa solo coordinare affinchè ogni processo funzioni correttamente, ma anche avere la capacità di predisporre il binomio strutture e ruoli per consentire alle persone di svolgere il proprio compito in modo produttivo. In questo un’utilissimo documento da redigere è il mansionario aziendale.

Per rispondere alla domanda come organizzare il personale, c’è bisogno di sapere quale tipo di impresa è oggetto della riorganizzazione per poter sceglier uno dei modelli organizzativi citati nel paragrafo relativo a come fare organizzazione aziendale.

Ovvero, se si tratta di piccola impresa, si può optare per il modello organizzativo funzionale, per aziende di grandi o medie dimensioni l’organizzazione del personale può utilizzare il modello organizzativo, mentre se ci si trova in presenza di un’impresa portata avanti a progetti, si può scegliere di organizzare il personale con il modello a matrice.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =