risorse umane

In una società economica moderna e tecnologica, le risorse umane sono una realtà indispensabile per un’impresa al fine di avere successo e per differenziarsi nel mercato. Di seguito andremo a considerare cosa sono, come funzionano e quali sono i vantaggi di organizzarle nel modo migliore.

Cosa sono le risorse umane

La parola risorse umane, conosciuta anche con l’acronimo HR ovvero human resources, è utilizzata oggi per identificare due diverse realtà all’interno di un’azienda. Infatti, da un lato si identifica l’insieme dei soggetti che si possono definire dipendenti e dall’altro, farà riferimento a una struttura interna dell’impresa, ovvero l’ufficio delle risorse umane.
Attraverso la human resources si potrà programmare, gestire e formare il “capitale” umano realizzando idee innovative, aumentando l’efficienza dei progetti e creando una soddisfazione maggiore dei clienti.

Risorse umane: storia ed evoluzione

Il concetto di risorse umane è strettamente collegato a un’evoluzione del rapporto tra impresa e i lavoratori. Il termine fu coniato agli inizi del novecento dall’economista Raymond Miles, il quale fu il primo a sottolineare come fosse necessario porre un’attenzione diversa nei confronti dei dipendenti, abbandonando le teorie del passato.
In base al sistema precedente, un soggetto veniva selezionato e inglobato all’interno di un processo molto rigido e soprattutto standardizzato, il quale creava una sorta di uniformità e rigidità delle singole mansioni, senza porre attenzione alle capacità e alle motivazione di un individuo.
Le risorse umane stravolgono completamente questo presupposto, facendo acquisire un nuovo ruolo al lavoratore, il quale diventa parte integrante della crescita aziendale al pari di altre settori.
Il dipendente è una risorsa dal punto di vista economico e dovrà essere salvaguardato, gestito in modo efficiente e soprattutto stimolato a contribuire alla vision dell’impresa. In questa prospettiva si sviluppa l’ufficio delle risorse umane, con veri e propri studi e teorie su questo settore.

Come organizzare le risorse umane

I processi collegati all’human resources sono affidati all’Ufficio del Personale con un Responsabile delle Risorse Umane, il quale dovrà gestire tutti i processi, suddivisi in fasi che partano dalla pianificazione alla ricerca e selezione del personale, dal rapporto con i dipendenti alla sviluppo formativo degli stessi, fino all’eventuale assistenza in caso di problematiche.

Approfondisci: Organizzazione del personale

La pianificazione delle risorse umane

Il primo processo sarà quello di pianificare quale siano le necessità dell’azienda dal punto di vista del capitale umano, valutando diversi fattori esterni ed interni, che permettono quindi di definire i ruoli, le competenze richieste e gli obiettivi da raggiungere.
Inoltre sarà necessario stabilire la retribuzione collegata in base alle responsabilità e le eventuali prospettive di avanzamento di carriera.

La selezione del personale

Una volta individuate le figure professionali necessarie all’azienda, si potrà iniziare a selezionare il personale. Questo processo si suddivide in diverse fasi:

la ricerca: si considera l’insieme di azioni che verranno svolte da un responsabile delle risorse umane, come la creazione di un annuncio lavorativo e l’invio di email. Sarà possibile utilizzare canali ordinari e quelli di nuova generazione, come i social network o le piattaforme specializzate. La redazione di un annuncio dovrà essere stilato indicando in modo chiaro le competenze richieste e il livello di preparazione, inserendo anche le prospettive contributive e di carriera.

I curriculum: sarà necessario effettuare una valutazione dei curriculum vitae, individuando subito quali possono essere i soggetti che rispondono in linea di massima ai requisiti richiesti e fissando un appuntamento al fine di valutare l’eventuale assunzione.

Il colloquio: l’incontro tra il futuro dipendente e il Responsabile delle Risorse Umane è una delle fasi più importanti del processo di selezione, dato che si potranno evidenziare i fattori di natura individuale, che non possono essere valutati all’interno del curriculum. In questo frangente, il Responsabile effettuerà delle domande al fine di comprendere le reali motivazioni del soggetto, le sue competenze e le capacità relazionali.

I test: per quei candidati scelti, si eseguiranno anche dei test attitudinali per valutare quale sia la loro capacità di risposta in determinate situazioni, le loro attitudini relazionali e i comportamenti in caso di eventi imprevisti.

Assunzione: l’ultima fase del processo di selezione delle risorse umane è quella della lettera di assunzione, con la sottoscrizione di un contratto e l’inserimento del lavoratore all’interno di un reparto.

Approfondisci: Ricerca e selezione del personale

Il rapporto con i dipendenti: dalla formazione alle prospettive di carriera

Il lavoro delle risorse umane non si esaurisce con la scelta del personale, ma prevedrà un continuo rapporto con il dipendente. Infatti si porrà attenzione alla sua crescita lavorativa, attraverso l’organizzazione di corsi di formazione, svolti in maniera periodica all’interno dell’azienda o presso enti specializzati.


Inoltre si interverrà dal punto di vista motivazionale, con prospettive di carriera, che permettono un avanzamento economico e di responsabilità del lavoratore.


Infine il reparto risorse umane sarà responsabile anche di eventuali interventi in ambito sindacale o se vi sono contenziosi con l’azienda.

Perché sono importanti le risorse umane

Gestire nel modo migliore le risorse umane porta a una serie di vantaggi. Di seguito elenchiamo i principali:

• dipendente soddisfatto: un lavoratore che è contento del suo ruolo e della sua retribuzione, contribuirà in modo attivo alla crescita dell’azienda, impiegando tutte le sue capacità al fine di adempiere al meglio ai suoi compiti.
• Trovare talenti: grazie alla scelta delle risorse umane sarà possibile individuare i tratti distintivi di ogni soggetto e i suoi talenti che possono portare innovazione all’azienda, collocando ogni figura lavorativa nella giusta posizione all’interno dell’organigramma della società.
Creare un obiettivo comune: le risorse umane permettono di concentrare gli sforzi dei singoli lavoratori verso l’obiettivo comune.
Inserire nuovi soggetti: si avrà la possibilità di integrare al meglio le varie generazioni di lavoratori creando il giusto equilibrio ed evitando contrastai.
Innovazione: un lavoratore che ha competenze e una formazione che rispecchia la mission aziendale, potrà contribuire con le sue idee a dare soluzioni innovative, aumentando la produttività.

Le risorse umane oggi: dai programmi ai sistemi di outsourcing

Il settore delle risorse umane è una dimensione che si evolve al passo con le novità tecnologiche, diventando una realtà sempre più efficiente e flessibile. Basta considerare che oggi sono disponibili programmi specifici per il Responsabile delle risorse Umane che contribuiscono ad aiutarlo nel valutare le competenze dei singoli soggetti integrandosi con i Sistemi CRM.
Inoltre sono presenti anche siti specializzati di aziende di outsourcing, che offrono un servizio di selezione delle risorse umane, attraverso cui si effettuano alcune delle fasi principali di valutazione dei soggetti, in modo da accelerare il processo di scelta.
Sviluppare e modernizzare le risorse umane dovrà essere considerato come parte integrante del successo dell’azienda, dato che attraverso i talenti e le idee delle persone si potrà realizzare qualcosa di unico.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − sei =