Come organizzare la formazione in azienda

Pensare che organizzare la formazione in azienda sia prerogativa solo delle grandi aziende con un gran numero di dipendenti è un errore. La formazione delle risorse umane è indispensabile per qualunque realtà aziendale, grande o piccola che sia, con un numero maggiore o minore di dipendenti. Perché il successo di un’attività imprenditoriale si basa sulla crescita professionale di ogni suo dipendente. E per ottimizzare le potenzialità lavorative, ogni risorsa ha bisogno di una formazione continua e garantita da parte dell’azienda.

Come organizzare la formazione in azienda

Il dubbio che nasce in molti piccoli e medi imprenditori riguarda il “come” organizzare la formazione all’interno dell’azienda. Quali passaggi bisogna seguire, cosa non va tralasciato, come coinvolgere il personale. Se anche tu sei fra quegli imprenditori che si chiedono come va organizzato un corso per la formazione del personale, ho scritto questo post proprio per facilitarti nel compito di programmare da zero un corso di formazione pensato proprio per i dipendenti della tua PMI.

Obiettivi della formazione

La prima cosa che ti suggerisco di fare prima di organizzare il corso, scegliendone le modalità e i contenuti, è fissare in un piano gli obiettivi. Perché vuoi che i tuoi dipendenti seguano la formazione? Per apprendere nuove competenze digitali? Per migliorare il lavoro di squadra? Per apprendere nuove tecniche comunicative o per implementare la conoscenza di una lingua straniera? Insomma, stabilisci cosa vuoi ottenere dalla formazione: quali skills vuoi migliorare nei tuoi dipendenti.

Un supporto per individuare in maniera efficiente gli obiettivi della formazione è il famoso metodo SMART. Acronimo di specific, misurable, achievable, relevant e time-based, il metodo SMART ti indica le caratteristiche che ogni obiettivo dovrebbe possedere: essere specifico, misurabile, raggiungibile, rilevante e determinato nel tempo. Se un obiettivo possiede tutti questi attributi vale la pena di perseguirlo, altrimenti è il caso di lasciar perdere e non sprecare impegno e risorse.

Organizzazione del corso

come fare formazione aziendale

Procedi poi all’organizzazione vera e propria del corso sulla base degli obiettivi che hai definito in precedenza. Stabilisci, innanzitutto, il tipo di corso che vuoi far seguire ai tuoi dipendenti: un corso sulla digitalizzazione dei processi aziendali, sulla sicurezza, sulla comunicazione, sul management o sull’ottimizzazione delle abilità di vendita. Dopodiché definisci la durata del corso e fai una stima delle spese di organizzazione che dovrai sostenere: il compenso al formatore, l’acquisto o il noleggio dei computer, la realizzazione del materiale didattico.

Poi, in base alle esigenze del personale, valuta l’opzione di far seguire il corso in presenza oppure in modalità e-learning. Organizzare un corso in presenza implica la scelta di uno spazio interno all’azienda da adibire ad aula. Dovrai dotare l’aula di postazioni, computer, proiettore, materiale didattico per ogni partecipante. Se invece opti per la modalità e-learnig devi scegliere una piattaforma e creare il materiale sotto forma di video, webinar o slides. In questo modo, puoi anche pensare di caricare i contenuti dopo il corso in un archivio aziendale e renderli fruibili a tutti i dipendenti in ogni momento.

formazione aziendale interna

Per rendere il corso più dinamico e coinvolgere i partecipanti, senza rischiare di annoiarli con uno sterile passaggio di nozioni, puoi impostare la didattica sulla gamification: rendere il corso una sfida, mediante tecniche ludiche, e premiare chi si distingue per impegno, partecipazione e risultati conseguiti durante il training aziendale.

Valutazione post-formazione

Per finire, effettua una valutazione post-formazione delle conoscenze acquisite dai partecipanti. Questo passaggio è necessario a capire quali aspetti hanno funzionato e quali invece sono da rivedere per l’organizzazione delle sessioni formative successive.

Per valutare l’efficienza del corso puoi anche chiedere al personale che ha frequentato, sotto forma di sondaggio via email, quali informazioni sono state più utili ad implementare le loro competenze lavorative, quali argomenti hanno trovato più interessanti e quali, invece, meno.   

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei − 2 =