Le Caratteristiche della Leadership

Chi è il leader e come si riconosce? Qual è la differenza tra l’essere un capo e un leader?

Un’azienda può essere descritta come una piramide al cui vertice dell’organigramma gerarchico c’è il leader, ovvero colui che coordina e dirige il gruppo.

Il leader ricopre il ruolo di maggiore responsabilità all’interno di un’azienda, sia per il grande potere decisionale che un qualsiasi capo possiede, sia perché è un punto di riferimento per tutti.

Qual è la differenza fra un capo e un leader?

Un leader non è solo un capo, oltre a dirigere un’azienda, si distingue per la capacità di supportare e motivare i collaboratori, guidandoli verso il raggiungimento di un obiettivo.

Anche se alcune persone riescono naturalmente a ricoprire questo ruolo, per diventare un leader bisogna conoscere le caratteristiche di una solida e competente leadership.

Vediamo assieme quali sono le caratteristiche e le competenze di un leader.

Chi è il Leader Che Caratteristiche Deve Avere?

Elenco competenze di un leader:

  • Trasferimento della cultura aziendale ai dipendenti
  • Condivisione di vision e mission al team
  • Dare l’esempio
  • Comunicare con i dipendenti in modo efficace
  • Saper delegare
  • mantenere disciplina
  • Saper ascoltare
  • Assumersi le responsabilità
  • Saper scegliere colleghi e collaboratori competenti
  • Capacità di problem solving
  • Saper coinvolgere il proprio team

Sicuramente per un buon leader deve risultare fondamentale il mantenimento di un clima di entusiasmo all’interno dell’ambiente di lavoro.

Ciò non significa farsi trattare alla pari dai subordinati lasciando che l’ambiente di lavoro sia confusionario e disorganizzato, bensì stimolare i propri dipendenti a rendere al massimo delle loro potenzialità ogni giornata di lavoro.

È corretto mantenere disciplina all’interno di un’azienda, senza però assumere i panni di un leader eccessivamente severo, o addirittura di un dittatore.

Fondamentale risulta infatti mantenere una leadership forte ma aperta al confronto, specialmente nei confronti dei dipendenti verso cui si ripone maggior fiducia.

Avere un rapporto sincero, schietto e corretto verso chi ricopre un ruolo inferiore al nostro non è segno di debolezza, ma di grande spirito manageriale.

L’ascolto deve essere alla base del proprio percorso, poiché da ciò dipenderanno le scelte che si prenderanno sotto la propria responsabilità.

Per un capo leader è fondamentale essere un esempio per gli altri: vedere un boss che poltrisce per la maggior parte del tempo indebolisce la sua credibilità, la produttività dell’azienda e conseguentemente la sua leadership.

Un capo che arriva 3 ore dopo a lavoro, esce per pause pranzo interminabili e non si mostra intraprendente agli occhi dell’azienda, può rallentare ritmo e concentrazione di coloro che lo osservano.

Una buona leadership non passa unicamente da grandi vittorie: il capo può sbagliare, può perdere ma non si può rassegnare. Deve sapersi assumere responsabilità in caso di fallimento e far sentire vincitori i suoi dipendenti in caso di vittoria.

Ma saranno soprattutto gli errori che fanno crescere come leader e come comunicatori.

Nella propria esperienza aziendale bisogna sempre tenere a mente un aspetto fondamentale: la risorsa più importante in qualsiasi settore è l’uomo.

Essere circondati da colleghi competenti stimola la leadership in tutte le sue espressioni, consentendo ad un capo di lavorare anche sulle proprie abilità e sul proprio carattere.

Per questo motivo la scelta del personale risulta fondamentale: scegliere lavoratori non solo preparati, ma anche motivati e volenterosi risulterà uno dei passaggi più complessi della propria esperienza lavorativa, ma sarà un fattore importantissimo verso la strada del successo.

Ma la leadership non è fatta solo di scelte, lavoro e responsabilità.

Per intraprendere questo percorso bisogna lavorare su se stessi, rafforzare il proprio carattere in vista dei tanti momenti spasmodici che si troveranno sulla strada.

Non ci si abituerà mai a licenziare un dipendente non produttivo o a dover ridurre il personale per ridimensionamenti del budget. Ogni volta sarà più dura della precedente. Ma questo è un leader, oneri e onore.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 20 =