Come misurare la propria leadership

Come misurare la propria leadership

Per misurare le capacità di un leader la prima cosa importante è capire bene e definire cosa vuol dire la parola leadership. Se su Google ricerchiamo la definizione di leadership troveremo tante informazioni tutte differenti fra loro, per non parlare dei numerosi libri pubblicati che parlano di cosa è un leader o un capo, creando tanta confusione intorno a questo termine.

In realtà questa parola ha un significato molto semplice, deriva dal verbo inglese “to lead” che significa guidare, condurre. In italiano la parola condurre deriva dal latino “ducere” che vuol dire anch’essa condurre. Quindi  leadership vuol dire condurre un gruppo verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati

Un’altra interpretazione che può essere data è quella che la leadership vuol dire creare un gruppo autonomamente produttivo. Ciò significa che gli imprenditori mirano ad avere dei gruppi di lavoro completamente autonomi, che sappiano lavorare da soli e bene, senza bisogno del loro intervento. Mentre con produttivo si intende che attraverso il loro operato si riescano a raggiungere gli obiettivi preposti. 

Una volta definito il termine leadership risulta molto più semplice misurare la leadership per riuscire a capire se il manager, o chi ha questo compito, ha buone capacità direzionali in azienda.

Come misurare la leadership?

Misurare le capacità di leadership in sostanza è misurare quante persone, all’interno del gruppo, migliorano le proprie performance raggiungendo gli obiettivi aziendali.

Supponiamo che all’interno di un gruppo di lavoro 2 collaboratori su 10 raggiungono sempre gli obiettivi, altri 5 arrivano all’80% e i restanti tre raggiungono un risultato minimo al di sotto del 50%. In questo caso il leader porrà maggiore attenzione su chi porta meno risultato e cercherà di capire se queste persone possono migliorare oppure dovranno essere sostituite con altri. Mentre a chi raggiunge un obiettivo medio con l’80% dovrà affiancarlo per guidarlo verso il raggiungimento completo degli obiettivi. 

Ovviamente la situazione attuale deve essere fotografata in maniera tale che periodicamente potrà essere analizzata e confrontata con la nuova. Questo aiuterà a capire se il leader è riuscito a migliorare le performance dei soggetti più scarsi e se ha saputo guidare e gestire il gruppo verso risultati positivi.

Se ciò non accade vuol dire che non sta operando nel modo giusto e non sta aiutando il gruppo al raggiungimento degli obiettivi.

Il leader viene valutato non per il metodo adottato durante le attività, ma solo per il numero di obiettivi raggiunti, questa è l’unica cosa che può attestare se ci sono stati dei miglioramenti nella leadership.

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

VIDEOCORSO GRATUITO

Come creare espansione aziendale

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.