come motivare i dipendenti

Se ti stai chiedendo come motivare ancora di più i tuoi dipendenti è perché sei un imprenditore lungimirante che ha capito l’importanza di avere dei collaboratori motivati a lavorare bene. Una risorsa umana determinata a fare bene il suo lavoro è un valore inestimabile per la tua azienda perché quando ogni tuo collaboratore ha la giusta motivazione a svolgere in maniera ottimale il suo lavoro, questo si traduce in obiettivi raggiunti per la tua impresa. Incentivare il personale è il lavoro di ogni buon team leader ma non sempre i manager sanno come motivare i propri dipendenti.

Ti sarà capitato erroneamente di pensare che i soldi sono la soluzione giusta per motivare il tuo personale: più soldi, più motivazione, più lavoro. Spiacenti, ma non è così che funziona. Se bastassero solo più soldi, per molti imprenditori il problema di un team demotivato sarebbe presto risolto e invece bisogna agire diversamente.

Per costruire una squadra di collaboratori motivata è necessario un lavoro su più fronti: quello della comunicazione, della percezione degli obiettivi raggiunti e della giusta dose di autonomia per far sì che il luogo di lavoro sia soprattutto a misura di dipendente.

Vediamo insieme tre consigli utili per motivare i tuoi dipendenti e creare un team quasi perfetto!

Motivare i dipendenti attraverso la comunicazione

Motivare i tuoi dipendenti con la comunicazione è il primo consiglio che ti do. La comunicazione deve essere un aspetto prioritario nella tua azienda, non sottovalutare mai il potere delle parole giuste al momento giusto! Proprio come in ogni relazione, anche la tua relazione con i dipendenti è basata sulla comunicazione. Quando ti confronti con il tuo team, cerca sempre di esprimerti in maniera chiara, sii diretto e non fare troppi giri di parole. Allo stesso modo, devi pretendere dai tuoi dipendenti un modo di parlare schietto e veritiero, in ogni circostanza.

Cos’è che può far sentire importante un collaboratore? La consapevolezza che la sua opinione conti per te. Allora chiedi sempre il parere dei tuoi dipendenti, coinvolgili nelle scelte, fa’ esprimere loro il punto di vista. Questo farà sentire loro parte integrante di un team ma darà anche a te la possibilità di avere nuovi spunti e nuove vedute.

Se ti accorgi che la tua squadra sta attraversando un periodo di stress o di frustrazione, anche qui la comunicazione è la chiave principale per motivare i tuoi dipendenti. Dì loro delle frasi di incoraggiamento, fai capire che comprendi il momento di difficoltà e che sei tu il primo a sostenerli. Un’idea potrebbe essere anche quella di scrivere a ognuno una lettera motivazionale, i tuoi dipendenti l’apprezzeranno perché ti sentiranno vicino a livello empatico e sapranno di poter contare sulla tua capacità di leader.

Approfondisci: Come comunicare con i dipendenti

Fissa degli obiettivi e riconosci i risultati del tuo team

Ogni buon manager come te sa che prima di iniziare un nuovo lavoro bisogna fissare degli obiettivi, cioè il traguardo da raggiungere. Anche in questa circostanza, devi essere chiaro e far capire in maniera trasparente quali sono gli obiettivi che assieme al tuo team dovete raggiungere per ritenervi soddisfatti del vostro lavoro.

Una volta raggiunti gli obiettivi che hai fissato all’inizio, da buon leader però devi avere la capacità di riconoscere i risultati raggiunti dalla tua squadra e premiarla per questo. E’ importante per i tuoi collaboratori sentirsi apprezzati per aver fatto un buon lavoro, questo è un ottimo metodo per motivare la tua squadra a fare sempre meglio.

Puoi riconoscere i risultati raggiunti dal tuo team con premi o incentivi in busta paga ma ricorda che il danaro non è tutto. Un dipendente ha bisogno di sentire la stima del suo capo, di sentirsi apprezzato per come lavora; te l’ho detto, non è solo una questione di soldi ma una questione di percezione, il che è ben diverso!

Approfondisci: Come costruire un team vincente

Lascia al tuo team la giusta autonomia

Se vuoi un team sempre motivato, devi lasciargli la giusta autonomia. Prendi spunto dall’orario 80/20 di Google che ha partorito risultati come Google News e Gmail, dai ai tuoi collaboratori la possibilità di gestire il proprio lavoro e il proprio tempo. Dare libertà significa concedere fiducia al team e la fiducia che tu concedi alla tua squadra di collaboratori sarà la spinta a farli lavorare meglio. Perché in ogni modo, i tuoi collaboratori cercheranno di non tradire la tua fiducia.

Questo contribuirà a creare un ambiente lavorativo a misura di dipendente. L’ufficio sarà come una seconda casa, dove potersi sentire a proprio agio e padrone del proprio tempo. Sappi che se riesci a creare un posto di lavoro accogliente, dinamico, dove le persone sono libere di esprimere le proprie idee, dove il merito è riconosciuto e premiato, e non dato solo per scontato, farai in modo che i tuoi collaboratori non ti lascino così facilmente. Non avranno bisogno di cercare altrove le condizioni giuste per poter lavorare nel migliore dei modi possibili e tu, caro imprenditore, avrai costruito un team quasi perfetto!

Gratifica i tuoi dipendenti

Per un imprenditore gratificare i propri dipendenti significa stimolarli a lavorare meglio, oltre che a riconoscere il loro impegno. Quando una risorsa vede premiato il suo lavoro, è motivata a fare sempre di più perché acquista la consapevolezza che i suoi sforzi contribuiscono nel modo giusto a raggiungere gli obiettivi aziendali.

Approfondisci: come gratificare i dipendenti con premi individuali o collettivi

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 18 =