pianificazione strategica

Al fine di sfruttare correttamente le risorse a disposizione, le aziende spesso ricorrono alla pianificazione strategica. La pianificazione strategica aziendale, è uno strumento utilissimo per migliorare l’utilizzo delle risorse ma anche, concentrarsi sugli obiettivi, stabilire priorità e rafforzare le procedure esecutive.

La pianificazione strategica non è un documento che solo l’imprenditore deve redigere, ma ogni singolo elemento delle risorse umane a qualunque livello ha un preciso compito nella stesura di un progetto di pianificazione strategica.

Solitamente le aziende che attuano la pianificazione strategica, pianificano a medio e lungo termine, anche se in troppi si limitano a focalizzarsi pianificando solo per i due o tre anni successivi.

Non c’è un tempo stabilito da monitorare nella pianificazione dunque, si può pianificare una strategia anno dopo anno, ogni 2 o 3 anni, a 5 o 10 anni.

Pianificazione strategica: cos’è

Pianificare in modo strategico significa avere la possibilità di avere obiettivi misurabili che possano aiutare l’imprenditore o il team manager a prendere decisioni ogni giorno. Uno dei problemi più grossi che le aziende hanno in ordine di produttività, è che nei processi aziendali durante lo svolgimento delle attività lavorative quotidiane, vengono svolte attività senza un preciso scopo, senza essere state classificate e aver avuto la giusta priorità assegnata. Il processo di pianificazione strategica aziendale elimina anche questi tipi di problemi agevolando il processo di reingegnerizzazione che riduce costi e tempi e migliora la qualità percepita dal cliente.

La pianificazione strategica è un documento in cui si elencano i passaggi che il team management deve monitorare e seguire per al fine di verificare il completamento della pianificazione aziendale.

Se non sai cosa e come si pianifica in modo strategico e hai dubbi come: Come fare un piano strategico aziendale? Cosa comprende il Piano strategico? Quali sono i livelli strategici? di seguito trovi le risposte.

Quali sono le fasi della pianificazione strategica?

Sono diversi i passaggi chiave della pianificazione strategica, analisi, creazione, implementazione e monitoraggio della strategia sono elementi comuni ad ogni pianificazione.

Le fase della pianificazione strategica sono 6 ecco l’elenco:

  1. Identificazione
  2. informazioni e riunioni
  3. analisi SWOT
  4. Redazione
  5. Esecuzione
  6. Monitoraggio

Fase 1 della pianificazione strategica: Identificazione

Questa fase è preparatoria per tutte le altre fasi della pianificazione strategica. Ogni azienda che raggiunge obiettivi, ha chiara la propria posizione sul mercato, vision e mission, dove si vuole arrivare nel breve, medio e lungo periodo. Una volta identificata la posizione strategica che si vuole occupare, diventa più semplice stabilire i passaggi da fare per raggiungerli.

Fase 2 della pianificazione strategica: riunioni e informazioni

La fase due della pianificazione strategica prevede riunioni e incontri tra la dirigenza, il team manager e il personale a vari livelli. Bisogna in questa fase, coinvolgere le risorse umane e fare in modo che le informazioni circolino correttamente, attingendo spunti dal personale e coinvolgendolo nella strategia. In questa fase è bene fare in modo che i dati acquisiti con il monitoraggio e la misurazione delle prestazioni, siano all’altezza di fornire informazioni, elementi essenziali, eventuali criticità che potrebbero fare da barriera tra l’azienda e il raggiungimento degli obiettivi pianificati.

Fase 3 della pianificazione strategica: Analisi SWOT

In questa fase si utilizza l’analisi swot, in quanto capace di offrire un valido aiuto nell’identificare opportunità e criticità del mercato, ma anche punti di forza e debolezza dell’azienda.

Fase 4: formulare il piano strategico

In questa fase della pianificazione strategica, forti delle informazioni delle fasi precedenti, si può iniziare a redarre il piano strategico. Anche in questa fase ci vuole pazienza e capacità decisionali elevate per stabilire quali azioni siano più o meno urgenti di altre, e stabilendone priorità di esecuzione. E’ in questa fase che oltre a redigere il piano strategico, dovrai scegliere quali sistemi e indicatori di performance dovranno monitorare il successo del piano.

Fase 5 pianificazione strategica: esecuzione

Non c’è cambiamento senza azione, non c’è obiettivo raggiunto senza agire, ecco, il punto 5 della pianificazione strategica sembra banale ma in effetti non lo è. In questa fase, si lascia la fase decisionale e si passa alla fase operativa. Qui ovviamente gioca un ruolo fondamentale l’aver predisposto:

Fase 6 pianificazione strategica: monitoraggio delle prestazioni

La fase 6 della pianificazione strategica è quella del monitoraggio. Abbiamo letto di come nella fase 4 sia importante stabilire quali indicatori di performance usare per il monitoraggio. In questa fase, è utile aver implementato nell’azienda strumenti per il controllo di gestione per misurare efficacia e efficienza aziendale. Non è solo dunque una questione di tabelle grafici e dati, ma anche di strumenti e software che agevolino il monitoraggio. In questa fase della pianificazione strategica tornano dunque utilissimi gli strumenti usati nell’organizzazione aziendale, come:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + otto =