Chi sono gli stakeholder aziendali: differenze tra stakeholder interni ed esterni

Gli stakeholder sono le parti coinvolte di un’azienda che lavorano affinché quest’ultima possa raggiungere il successo. Per garantire che tutte le decisioni aziendali vengano rispettate, gli investimenti e i risultati devono essere considerati dal punto di vista delle varie parti interessate.

Sono diversi i ruoli da ricoprire per capire i bisogni e i desideri delle diverse risorse umane chiamate in caso e per questo, gli stakeholder di un’azienda possono avere un impatto diretto sulle decisioni e sui successi aziendali attraverso:

  • la condivisione di feedback sui processi aziendali
  • la fedeltà o la partecipazione continua delle parti interessate;
  • l’aumento o la diminuzione dell’investimento finanziario; 
  • una presa di posizione o una decisione che va contro gli obiettivi e le strategie di business

Tipi di stakeholder: interni ed esterni

Esistono due tipi di stakeholder:

  • gli stakeholder interni;
  • gli stakeholder esterni.

È di fondamentale importanza considerare le modalità mediante le quali un’azienda può influenzare gli stakeholder poiché possiedono il potenziale per modificare il funzionamento prioritario della stessa.

Quindi, comprendere effettivamente chi sono gli stakeholder di un’azienda, di cosa si occupano e di cosa hanno bisogno aiuta a perseguire gli obiettivi aziendali.

Tipi di stakeholder interni ed esterni

Gli stakeholder interni

Gli stakeholder interni sono direttamente e finanziariamente parte delle operazioni aziendali. Tra quelli più comuni ci sono: 

  • i dipendenti: vengono assunti dall’azienda come risorsa strumentale per completare il ciclo di attività finalizzato ai prodotti o servizi forniti a clienti o consumatori. Il loro contributo viene ottenuto in cambio di compensi, benefici, riconoscimenti, formazione aziendale e sviluppo professionale.

    L’azienda investe nei dipendenti e il suo successo garantisce loro il continuo impiego. La soddisfazione dei dipendenti ha un impatto notevole sulla loro produttività, che quindi influenza la produzione e il successo aziendale, nonché la soddisfazione degli altri stakeholder;
  • i proprietari: in quanto tali, hanno la piena proprietà su prodotti e servizi e stabiliscono le strategie giuste per raggiungere e superare gli obiettivi di vendita del prodotto. Molto spesso sono direttamente responsabili del successo aziendale e dei datori di lavoro in quanto, il successo dipende dalle loro azioni;
  • i manager: supervisionano direttamente i dipendenti del loro dipartimento e mettono in pratica le strategie stabilite dal proprietario. Inoltre, controllano se i dipendenti abbiano recepito le giuste indicazioni per eseguire determinati compiti. Alla fine, il loro lavoro è principalmente finalizzato al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Riguardo alla figura professionale del Manager, potrebbero interessarti questi articoli:

stakeholder interni o esterni

Gli stakeholder esterni

Gli stakeholder esterni sono le parti interessate non affiliate all’azienda. Possono avere un impatto diretto quando acquistano un prodotto o in base al rapporto che hanno con un’azienda. Tra questi rientrano:

  • i clienti: sono coloro che acquistano un prodotto o servizio dall’azienda, determinato da diverse strategie aziendali. I loro acquisti influiscono in modo notevole sul successo di un’azienda. Quindi, per un’azienda il cliente rappresenta l’ossigeno per mantenersi sana e in vita. Inoltre, la soddisfazione dei clienti influenza direttamente quella degli stakeholder interni;
  • la comunità: sono costituite da persone che vivono nelle vicinanze della sede fisica dell’azienda. Le loro opinioni possono influenzare la reputazione di un’azienda, e possono riguardare il rispetto delle normative ambientali, di quelle locali e statali oppure sulle sue strutture. Quindi, avere relazioni positive con la comunità significa per l’azienda garantire che tutti gli stakeholder siano soddisfatti. Inoltre, questo rapporto può influire l’acquisto di prodotti e servizi e contribuire al successo finanziario dell’azienda;
  • gli azionisti: sono persone che posseggono una o più azioni dell’azienda. La maggior parte sono soggetti esterni. Se un azionista possiede la quota maggioritaria delle azioni, può diventarne proprietario e, quindi, può prendere decisioni alla stregua di un proprietario. Sviluppare una forte relazione con gli azionisti significa aumentare in loro il desiderio di investire;
  • i creditori: possono essere un governo, una società o una persona che hanno prestato capitali, proprietà o servizi all’azienda. I creditori possono essere garantiti, ossia possiedono un vantaggio legale di garanzia su alcuni dei beni appartenenti all’azienda, oppure chirografari, ossia clienti, fornitori o appaltatori che prestano capitali all’azienda senza garanzia. Per costruire un rapporto positivo, è importante pagare sempre i creditori;
  • il governo: è l’organo decisionale del Paese in cui l’azienda opera. Chiede all’azienda il pagamento delle tasse sulle entrate. Inoltre, applica leggi sul lavoro che le aziende devono seguire e detta norme sul sistema finanziario a tutela dei consumatori;
  • i concorrenti: sono entità che entrano direttamente in conflitto con un’altra azienda, la quale offre i medesimi prodotti e servizi. L’obiettivo di questi stakeholder esterni è di perseguire gli stessi obiettivi di profitto sullo stesso segmento di mercato. Questa concorrenza spinge le aziende a creare prodotti o servizi sempre migliori, in modo da diventare leader in uno specifico mercato.
gli stakeholder esterni

Differenza tra stakeholder interno o esterno

È ovvio che esistono delle differenze tra gli stakeholder interni ed esterni.

Gli stakeholder interni:

  • lavorano direttamente per l’azienda e partecipano attivamente alla sua gestione;
  • sono fondamentali per portare avanti l’attività dell’azienda;
  • sono direttamente influenzati dalle attività aziendali perché sono una parte di essa;
  • sono impiegati dell’azienda.

Gli stakeholder esterni:

  • influenzano soltanto l’attività aziendale;
  • si occupano dell’azienda dall’esterno e in modo indiretto; 
  • non sono influenzati dall’attività aziendali e non si occupano di essa;
  • sono impiegati dell’azienda.

In conclusione, ogni azienda che opera in un ambiente deve affrontare alcuni fattori e adempiere alle responsabilità nei loro confronti, come il pagamento di salari equi ai lavoratori e il pagamento dei fornitori.

Potrebbe esserti utile anche la lettura di: Metodi di gestione aziendale

Contenuti dell'articolo

Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG