Growth Hacking: abilità e strategie

Growth Hacking: abilità e strategie

Il Growth Hacking è combinazione di tecniche di marketing il cui obiettivo è quello di individuare i metodi più efficaci ed efficienti per far crescere un azienda online attraverso strategie di Social Media Marketing, Email Marketing, SEO, Advertising e A/B testing.

Il Growth Hacking è dunque un procedimento che sfrutta i funnel e le vendite di un’azienda affinché il suo business possa crescere in modo esponenziale basandosi su un una serie di miglioramenti che portano a perfezionare le varie strategie di Marketing aziendale già messe in atto in precedenza.

Per attuare le nuove tecniche, il Growth Hacker deve occuparsi della creazione di un nuovo modello di processo organizzativo partendo dall’analisi di un processo di vendita già attuato che lo porterà a creare una nuova idea (spesso originale e innovativa) in cui, l’esecuzione della stessa, porta immediatamente dei risultati positivi.

Tutti questi processi, vengono attuati ad una velocità impressionante che porta il fatturato dell’azienda ad una notevole crescita nel giro di poche settimane.

Affinché il processo di Growth Hacking possa essere applicato, deve essere sempre:

  • misurabile, attraverso una metrica precisa;
  • ripetibile, tramite i suoi processi che possono essere replicati più di una volta, anche su altri business;
  • scalabile, in grado di essere attuato più volte e di crescere con la crescita del business.

Per far sì che le strategie di Growth Hacking funzionino, il Growth Hacker deve possedere una serie di abilità e deve conoscere alcune tecniche e strategie per incrementare il fatturato.

In tema Digital Marketing, approfondisci:

Le abilità del Growth Hacker

Analitico, creativo con una forte capacità imprenditoriale. Il Growth Hacker è un professionista che basa il proprio lavoro sulla crescita aziendale concentrandosi solo ed esclusivamente sul fatturato dell’azienda che ha deciso di seguire.

La capacità di analisi è importante per la figura del Growth Hacking in quanto, i vari processi di sperimentazione, hanno portato questa figura professionale a perfezionare i procedimenti che portano un’azienda a crescere e, cosa più importante, rendere quel processo ripetibile.

Il Growth Hacking, alle sue vaste conoscenze, aggiunge anche una conoscenza base di psicologia che gli permette di intercettare e intravedere le esigenze degli utenti.

Infine, il Growth Hacking è quella figura che riesce a concentrarsi solo sulla crescita dell’azienda, lasciando fuori, tutto ciò che è superfluo.

Leggi anche:

Growth Hacking

Le strategie di Growth Hacking

Il Growth Hacking è composto da tecniche e strategie ben definite, frutto di anni di esperienza che permettono all’azienda di raggiungere ottimi risultati, migliorando i problemi dei processi di vendita o apportando modifiche tempestive su una strategia precedentemente applicata per migliorarla.

Tra le strategie applicate dai più grandi Growth Hacker ci sono:

  1. Identificazione di obiettivi misurabili e perseguibili: misurare i risultati in modo esatto, è più semplice se si focalizzano gli sforzi aziendali su obiettivi precedentemente stabiliti. Se l’obiettivo dell’azienda risulta essere troppo vasto, i dati estratti potranno sembrare poco significativi e non forniranno dunque alcun quadro completo della situazione aziendale. Ed è qui che, la figura del Growth Hacker interviene, aumentando la produzione dei prodotti che propone l’azienda, favorendo il tasso di ritorno e aumentando il numero di utenti giornalieri sul sito.
  2. Misurazione dei dati con gli strumenti di analisi: se mancano gli strumenti di analisi per la misurazione dei dati, gli obiettivi prefissati e successivamente raggiunti, potranno perdere di significato in quanto, non vi è alcune certezza che essi siano stati raggiunti. È per questo che, con l’utilizzo di giusti sistemi di analisi, sarà possibile raccogliere molti più dati in grado di restituire indicazioni non solo sulla strategia attuata, ma anche su ciò che potrebbe essere migliorato per il futuro.
  3. Spingere sui punti di forza: conoscere e concentrarsi sui punti di forza dell’azienda permetterà di ottenere risultati positivi con il minimo sforzo. Un esempio potrebbe essere quello di utilizzare il database dei contatti aziendali, per creare e inviare delle newsletter in tempi brevi. Se il database è abbastanza ampio, sarà utile concentrarsi su questo tipo di comunicazione, al contrario, se il database è semi vuoto, il Growth Hacker proporrà altri strumenti di comunicazione per raggiungere il target dell’azienda.

Affidare ad un Growth Hacker la strategia aziendale è importante per raggiungere i propri obiettivi. Funnel, tecniche e vendite, affidati ad un professionista e aumenta sin da subito il fatturato della tua azienda.

Approfondisci: Chi rappresenta il target di utenza di un sito

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.