Potenziare l’autoefficacia per aumentare la resilienza

Tra le qualità che una persona dovrebbe necessariamente possedere vi è sicuramente la resilienza. Se ne sente parlare molto spesso, ma quello che forse è meno noto è che la resilienza è strettamente connessa al concetto di autoefficacia (o self-efficacy) come teorizzato dallo psicologo statunitense Albert Bandura.

La resilienza, termine mutuato dalla fisica e adottato dalla psicologia, nel linguaggio comune è utilizzato per indicare la capacità di rialzarsi e riprendere il proprio percorso dopo un momento difficoltoso.

Il concetto di resilienza si è corredato negli anni anche dell’accezione di una capacità di adattamento ai momenti difficili che ci mettono alla prova e di recuperare tutte le energie dopo un periodo di sfida. La resilienza è la nostra energia positiva che possediamo intrinsecamente e che ci serve per affrontare al meglio qualsiasi evento ci si presenti, in particolare le sfide lavorative che portano al raggiungimento dei grandi obiettivi aziendali.

Affinché la resilienza si manifesti, è fondamentale coltivare la fiducia in sé stessi e il proprio senso di autoefficacia, perché è proprio la fiducia in sé stessi che permette di rialzarsi più rapidamente dopo una sconfitta, pronti ad affrontare senza timore la sfida successiva.

Ti potrebbe interessare anche:

3 strategie per potenziare l’autoefficacia aumentando la resilienza

La propria percezione di autoefficacia è data dalla fiducia che attraverso il proprio atteggiamento e le proprie azioni sia possibile modificare a proprio vantaggio anche le situazioni più difficili, di poterle affrontare e trasformarle in grandi opportunità, e infatti manifestano una certa perseveranza nell’affrontare le difficoltà.

Gli individui con un basso senso di autoefficacia al contrario vivono le difficoltà con un forte senso di ansia e sono pervasi da tantissimi dubbi, vivendo ogni problema come se fosse una minaccia. Inoltre pensano in maniera disapprovante e autocolpevolizzante, sentendosi perennemente responsabili di ogni fallimento.

Se si appartiene a quest’ultima categoria non c’è da temere, perché è possibile, aumentando la propria resilienza, potenziare anche la propria autoefficacia. I principali metodi da adottare affinché questo avvenga, anche e soprattutto in ambito lavorativo e aziendale, sono tre:

  • Raggiungere gli obiettivi;
  • Chiedere aiuto ai colleghi;
  • Riflettere sui risultati del passato.

Analizziamoli.

Potrebbe esserti utile anche la lettura di: Autoefficacia e autostima, come possono aiutare nel business

Raggiungere gli obiettivi

Un modo molto efficace per incrementare il senso di autoefficacia è progredire verso i propri obiettivi, in quanto questo gratifica e corrobora la percezione di sé stessi. A sua volta, un maggior senso di autopercezione fa da agente catalizzatore e fa in modo da attirare ulteriori progressi, in un ciclo virtuoso di successi.

Il ciclo prende l’avvio con il conseguimento di un piccolo obiettivo. Nel lavoro in azienda per esempio si può procedere a piccoli passi, costruendo una carriera importante partendo dall’approvvigionarsi un primo cliente e proseguendo man mano, a prescindere dal compenso.

Questo perché se ci si prefissa fin da subito un obiettivo troppo grande, ogni piccolo fallimento potrebbe innescare e ingigantire il proprio senso di fallimento, mentre ponendosi dei piccoli obiettivi progressivi ci si assicura dei successi più tangibili, che rafforzeranno sempre di più la sensazione di poter ottenere un successo, permettendo di costruire gradualmente il proprio senso di autoefficacia e conseguentemente di resilienza.

Leggi anche: Autoefficacia e motivazione

Chiedere aiuto ai colleghi

Una persona può apprendere non soltanto dalle proprie esperienze, ma anche traendo ispirazione dal comportamento delle persone che la circondano. Per accrescere la propria autostima può essere utilissimo osservare un’altra persona e l’atteggiamento mantenuto per raggiungere con successo i medesimi obiettivi.

Mostrando curiosità nei confronti delle azioni degli altri e delle motivazioni che li hanno spinti ad avere un certo comportamento, ne trarranno giovamento e saranno subito migliori anche le proprie convinzioni sull’opportunità di fare o non fare le identiche azioni.

Questo si realizza soprattutto nelle mansioni lavorative. Se si riceve dal capo il compito di realizzare un determinato progetto e non si è sicuri sulle proprie possibilità di portarlo a termine, è sempre bene chiedere un supporto ai propri colleghi, perché sicuramente vivono lo stesso ambiente e affrontano situazioni analoghe, riuscendo a venire in vostro aiuto offrendovi delle linee guida. Nel caso avessero affrontato delle difficoltà durante il loro percorso, ne si può trarre ispirazione e capire come è stato possibile, per loro, riprendersi.

L’apprendimento indiretto è utile per settare la mente rendendola idonea a comprendere il modo per affrontare gli ostacoli con un atteggiamento migliore.

Approfondisci anche:

Riflettere sui risultati del passato

Per consolidare il proprio senso di autoefficacia può essere utilissimo anche riportare alla mente tutti i risultati conseguiti in passato. Spesso non ci si sente in grado di fare qualcosa semplicemente perché non è mai stata fatta prima, perché si prova una paura generata dal senso di incertezza e dall’ignoto.

In questi casi, ricordare le esperienze passate aiuta ad avere una maggiore consapevolezza delle capacità sviluppate proprio nell’aver affrontato, tempo addietro, analoghe situazioni di difficoltà.

Nel caso ipotetico in cui si decida di avviare un’impresa e si dubiti circa le proprie capacità di successo, è consigliabile ripercorrere tutta la propria carriera e riflettere su quante esperienze passate abbiano incrementato le competenze attuali e su come queste stesse competenze possano essere spese per difficoltà presenti e future in quanto ogni obiettivo è raggiungibile con l’utilizzo delle capacità che già si possiedono.

Ti potrebbe interessare anche: Autoefficacia e motivazione intrinseca

Contenuti dell'articolo

Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG