Analisi SWOT: fattori interni esterni e pianificazione del lavoro

Analisi SWOT: fattori interni esterni e pianificazione del lavoro

Per poter impostare una buona analisi SWOT è necessario considerare i fattori interni e i fattori esterni che comprendono tutte le risorse fisiche, economiche e qualitative proprie dell’attività.

Fattori interni

I fattori interni permettono all’attività di restare competitiva sul mercato. Rappresentano punti di forza o debolezze che possono creare problemi strategici a seconda dei punti di vista e degli obiettivi da raggiungere prefissati analizzando tutti gli aspetti relativi all’azienda considerando anche opportunità di sviluppo.

L’individuazione dei fattori interni permetterà di capire quali sono e dove risiedono i problemi dell’azienda in modo da poterli risolvere con un’analisi e strategia di Business, anche implementando strumenti e iniziative che aiuteranno a trasformare quelli che sono gli attuali punti di debolezza in punti di forza.

Fattori esterni

Per fattori esterni s’intendono tutte le opportunità e le minacce derivanti da competitor diretti e indiretti relative a tendenze di mercato, situazioni macroeconomiche, sviluppo tecnologico, cambiamenti legislativi e socio-culturali e da situazioni al di fuori dell’azienda che non è possibile controllare.

Questi fattori sono più difficili da gestire in quanto anche attuando una strategia multicanale non è possibile prevedere un risultato certo. Adattando i processi dell’azienda e attraverso un’analisi della pianificazione del lavoro oppure un’analisi PEST però, è sicuramente possibile attenuare gli effetti negativi se non addirittura prevederli. Qui poi entrano in gioco tutti gli studi e le ricerche sulle analisi di mercato per avere una previsione delle tendenze.

Approfondisci:

Pianificazione dell’analisi SWOT

Per poter raggiungere i propri obiettivi ogni azienda realizza una pianificazione strategica che consiste in un processo sistematico per l’identificazione di strategie, obiettivi e azioni previste di un’azienda con lo scopo di ottimizzare lo sviluppo e il successo in un arco di tempo specifico.

Il processo di pianificazione aziendale coinvolge le fasi, la progettazione interna e le risorse quantificate necessarie per il raggiungimento di un punto d’incontro tra richieste ed esigenze dell’azienda utilizzando le risorse disponibili.

La maggior parte dei professionisti della gestione aziendale identificano all’interno del processo di pianificazione vari passaggi essenziali per impostare una strategia di successo, tra questi:

  • la definizione degli obiettivi;
  • la scansione dell’ambiente;
  • analisi delle strategie;
  • individuazione dei fattori chiave;
  • sviluppo e revisione delle strategie;
  • definizione dei fattori chiave di successo;
  • revisione dei risultati.

Leggi: Come avere un Business di successo

Definizione degli obiettivi

Tali obiettivi posti dall’azienda devono essere reali e realizzabili entro un tempo ben definito e seguire i criteri di raggiungibilità e misurabilità che definiscono con precisione tutte le azioni che l’azienda andrà a compiere. Molto utile è impostare obiettivi a lungo termine che saranno quelli finali da raggiungere tramite altri micro-obiettivi a breve termine che passo dopo passo permetteranno in modo concreto di raggiungere i macro obiettivi aziendali.

Molte aziende definiscono obiettivi a breve o lungo temine anche col variare della stagionalità e del calendario aziendale. Questi principi sono ben delineati dalla strategia di marketing chiamata SMART che prevede obiettivi che siano specificimisurabiliattuabili realisticitempificabili.

Gli obiettivi SMART aiuteranno gli imprenditori e i loro eventuali dipendenti, innanzitutto a creare e poi mantenere un vantaggio rispetto i competitor del settore e trasformarlo in una maggiore quota di mercato e quindi che porti ad un aumento delle vendite.

Scansione ambientale

Questa fase prevede la pianificazione strategica che esamina i fattori esterni e il mercato in cui opera l’azienda relativi a una visione macro sia interna che esterna.

Una buona scansione ambientale interna ed esterna consente all’azienda di avere una visione complessiva dei propri punti di forza e di debolezza, oltre che delle opportunità e delle minacce interne ed esterne, in modo da sviluppare un buon piano di marketing strategico per l’azienda.

Le diverse fasi che caratterizzano la scansione ambientale sono così distinguibili:

  1. Analisi delle tendenze. Consiste nell’analisi dei fattori macro come tendenze politiche, economiche, sociali, tecnologiche e demografiche dell’ambiente esterno all’azienda;
  2. Analisi dei concorrenti. Essenziale per conoscere i propri concorrenti e come competono nei diversi livelli di concorrenza;
  3. Opportunità e minacce. Individuare le opportunità e le minacce derivanti dal mercato in cui si opera che andranno a definire aspetti positivi e negativi su cui basare la strategia;
  4. Analisi dell’organizzazione. Analisi dell’ambiente interno per determinare quali competenze, conoscenze e tecnologie possiede l’azienda e come utilizzarle al meglio.

Analisi delle strategie

Si tratta di un tipo di valutazione necessaria in tutti quei casi in cui si devono ricercare le motivazioni che hanno portato a scostamenti evidenti tra alcuni dati o variabili chiave relativamente al progetto iniziale definito. Oppure per misurare le prestazioni del progetto in corso per trovare le differenze tra lo stato attuale e quello che era stato pianificato in origine.

Individuazione dei fattori chiave

Tramite questa fase è possibile individuare gli aspetti imprescindibili per lo sviluppo e il successo di un piano aziendale che può comprendere la pianificazione e la designazione dei dipendenti in ruoli definiti anche diversi.

Sviluppo e revisione delle strategie

Il controllo della strategia in corso è importante per valutare i micro-obiettivi raggiunti e cosa eventualmente è necessario modificare per un buon esito del progetto.

Definizione dei fattori di successo chiave

In questa fase si analizzano i criteri e la strategia che hanno portato al raggiungimento degli obiettivi, definendo informazioni, risorse e progetti per l’attuazione della strategia.

Revisione dei Risultati

Nell’ultima parte si effettua una revisione generale dei piani di marketing strategici valutando una strategia di correzione che potrebbe comprendere la variazione sia dei piani strategici da attuare che degli obiettivi stessi originari dell’azienda.

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

VIDEOCORSO GRATUITO

Come creare espansione aziendale

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG

Mercoledì 12 Ottobre - Ore 19:00

Webinar GRATUITO
Business Coaching

"Come diventare un Business Coach efficace, gestire la propria azienda con successo o crearsi un reddito integrativo e farlo di professione..."

- Attenzione: I posti SONO limitati -

Mercoledì 12 Ottobre - Ore 19:00

Webinar GRATUITO Business Coaching

"Come diventare un Business Coach efficace, gestire la propria azienda con successo o crearsi un reddito integrativo e farlo di professione..."

- Attenzione: I posti SONO limitati -

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.