Come allenare la mente: aumentare la produttività ed esercizi

Come allenare la mente: aumentare la produttività ed esercizi

Il lavoro della scienza moderna si è concentrato principalmente sull’acquisire conoscenze inerenti al mondo della materia. I passi in avanti sono stati evidenti in tutti i campi e la comprensione profonda della materia ha portato a scoprire le sue componenti subatomiche. 

Tuttavia, la sua attenzione è stata poco presente nel mondo interiore della mente, della coscienza e dell’esperienza. In effetti, nonostante l’anatomia e la fisiologia del cervello siano state perfettamente dettagliate, non è riuscita a formulare una definizione universale di essa. 

La maggior parte degli studiosi ha cercato di spiegare la mente dal punto di vista materiale, definendola il risultato delle interazioni che intercorrono tra i neuroni del cervello, mentre gli psicologi si riferiscono alla mente in termini di comportamento e linguaggio. 

Ma cos’è la mente? Uscendo un po’ fuori dalla schematizzazione che la scienza in generale le ha dato, si può dire che sia una specie di cloud in cui ogni informazione viene archiviata e resa disponibile in qualsiasi momento. Ma come allenare la mente per renderla più efficiente, soprattutto a lavoro? Attraverso i giusti esercizi. 

In tema mente e lavoro, potrebbero interessarti:

Migliorare la produttività con il working memory

Eseguire dei compiti comporta ragionare, comprendere e apprendere. Per farlo, l’essere umano utilizza la sua working memory o memoria di lavoro. Essa consente di immagazzinare informazioni importanti all’interno del cervello mentre si sta svolgendo un compito diverso. 

Si può considerare come un serbatoio di stoccaggio a breve termine per pensieri e idee a cui attingere all’occorrenza in modo istantaneo. 

Così facendo, le informazioni recuperate vengono subito elaborate, manipolate, organizzate e integrate per risolvere un problema, trovare una spiegazione, prendere decisioni importanti oppure arrivare a una conclusione. 

Inoltre, la working memory gioca un ruolo fondamentale nell’attenzione e nella focalizzazione. Oltre ad archiviare informazioni particolarmente rilevanti, consente anche di ignorare quelle che non lo sono, compresi i pensieri che distraggono. 

Evitando che ciò accada, la memoria di lavoro rende un essere umano più produttivo, ma anche più felice. Insomma, una mente concentrata è una mente felice. 

Come allenare la mente per mantenerla concentrata? Innanzi tutto, bisogna ridurre notevolmente stati d’animo quali ansia e stress ed evitare interruzioni o sovraccarico di informazioni. Poi bisogna potenziarla e rafforzarla in modo tale da poter gestire efficacemente le sfide di tutti i giorni. 

Approfondisci anche: Come essere produttivi sul lavoro

Gli esercizi per allenare la mente

Come affermato poc’anzi, la working memory gioca un ruolo fondamentale nell’autoefficacia lavorativa. Quindi, come allenare la mente? Attraverso i seguenti esercizi:

  • Allenare il cervello con giochi: negli ultimi anni è proliferata la diffusione di giochi di allenamento del cervello, i quali permettono a una persona di aumentare la propria intelligenza in quindici minuti di gioco quotidiano. Uno particolarmente efficace è il dual n-back. In pratica, è un quadrato su una griglia che cambia posizione dopo qualche secondo. Lo scopo è di indovinare quando il quadrato apparirà nella medesima posizione rispetto alle due esposizioni precedenti. Si può anche aggiungere la modalità che prevede il colore del quadrato da ricordare. Insomma, è un gioco progettato per mettere a dura prova la working memory e, secondo recenti ricerche scientifiche, è molto efficace. 
  • Meditare: oltre a combattere la depressione, la meditazione migliora la memoria di lavoro. Studi recenti hanno confermato che coloro che si sono sottoposti alla meditazione di consapevolezza hanno notevolmente migliorato la working memory. La capacità che si impara con la meditazione è la concentrazione su un singolo pensiero ignorando gli altri pensieri che distraggono. 
  • Sollevare pesi: rafforzare i muscoli equivale a rafforzare il cervello. D’altronde, la connessione tra forza fisica e forza mentale è stata scientificamente provata. Programmi quotidiani di allenamento di resistenza migliorano le funzioni cognitive più della ginnastica aerobica. 
  • Dormire molto: un sonno adeguato e senza interruzioni migliora moltissimo la memoria di lavoro. Alcune ricerche scientifiche affermano che dormire continuativamente per otto ore la migliora del 58%. 

In conclusione, si può affermare senza alcun dubbio che la memoria di lavoro è una componente chiave per potenziare il cervello ogni giorno. Soltanto con gli esercizi giusti si può ottenere il massimo da essa. 

Leggi anche:

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.