ROI

L’acronimo ROI sta per return on investment, che in italiano si può tradurre con un ritorno sull’investimento. È uno degli indici di redditività che fa parte dell’analisi economica di un business. 

Il ROI viene spesso preso in considerazione quando investitori e imprenditori vogliono sapere se conviene investire in un’azienda perché dice chiaramente quanto quel business rende nella sua attività caratteristica. Questo indice, inoltre, ha un’importanza strategica per il marketing perché può mostrare quale azione intrapresa ha avuto più successo di altre o quale canale preferire rispetto ad altri su cui si è scelto di puntare. 

Il ritorno sull’investimento è un risultato che si ottiene dal rapporto tra reddito operativo e capitale investito netto. Come tutti gli indici di redditività che un’azienda può usare per analizzare il proprio business, il ROI non va mai considerato da solo, ma sempre in relazione ad altri, come il ROE, return on equity, il ROS, return on sales, il ROA, return on assets, l’EBITDA, margine operativo lordo, e EBIT, earnings before investment, and taxes. Un altro consiglio è quello di comparare il return on investment con dati relativi a diversi anni per avere una prospettiva più ampia. 

Sempre più importante agli occhi degli investitori più attenti è un altro tipo di ROI, lo SROI, il ritorno sociale sull’investimento. Questo indice misura l’impatto sociale dell’investimento in quella determinata azienda, definendo i cambiamenti generati dalla capitalizzazione. 

A cosa serve il ROI

Gli indici di redditività sono parametri che servono per capire se la tua azienda riesce a generare profitti oppure devi intervenire sulle falle del tuo business per non perdere investimenti preziosi. Nello specifico, calcolando il ROI, si ottiene un risultato che indica la redditività di un investimento nella sola gestione caratteristica di un’azienda. Indica quindi quanto una nuova capitalizzazione genera profitto nella sola attività tipica della tua azienda. Un ROI negativo, quindi, potrebbe indicare un problema nel tuo core business stesso, che altri parametri potrebbero non mostrarti chiaramente. E, se la tua azienda perde di forza proprio nella sua gestione caratteristica, potrebbe essere un campanello d’allarme da ascoltare fin da subito. Entriamo ora nel dettaglio e andiamo a vedere come si calcola il ROI. 

Calcolo ROI

Come detto, il ROI si calcola mettendo in relazione il reddito operativo e il capitale netto investito. Al numeratore metteremo quindi il reddito operativo, cioè il guadagno totale al netto dei costi, mentre al denominatore troveremo la cifra che è stata impiegata, il capitale netto investito. Se quindi investiamo 10.000€ di capitale che rende 3.500€ di utile netto in un anno, il ROI sarà del 35% annuo. Possiamo considerarlo un buon risultato? Dipende da molti fattori, ad esempio dal settore in cui operi. Consigliamo quindi di metterlo in relazione a quello dei tuoi competitor oppure di compararlo con il ROI di altri anni. 

Segnaliamo anche un altro modo per calcolare il ROI, che prende in considerazione anche il costo medio del denaro. Se infatti il tasso medio di interesse sul denaro è maggiore del ritorno sull’investimento, non conviene chiedere denaro in prestito perché non sarebbe profittevole per l’azienda. Per calcolare il ROI da questa nuova prospettiva, si prendono in considerazione altri due parametri, scomponendo il ROI in ROS, il tasso di reddito sulle vendite, e il ROT, il tasso di rotazione del capitale investito. Il ROI in questo modo si otterrebbe dividendo il ROS per il ROT. 

ROI E ROE

ROI e ROE sono due indici di redditività che ti forniscono i numeri necessari per capire se la tua azienda sta andando nella direzione sperata o no. Il ROI viene spesso messo a paragone con il ROE, return on equity, la redditività del capitale netto, cioè quanto il capitale di rischio investito in tutta l’azienda sta facendo utili. Queste due metriche però si differenziano perché il ROE mette in luce la redditività di tutta l’impresa e non solo quella della gestione caratteristica. 

Il ROI dunque è un parametro usato per misurare le performance di un’azienda, mentre il ROE è una metrica finanziaria che misura la redditività di un business, messo in relazione al patrimonio netto. 

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 + 5 =