ciclo di deming
Ciclo di Deming o ciclo Plan-Do-Check-Act

Tra gli obiettivi primari di ogni impresa c’è quello di crescere e migliorarsi ogni giorno, offrendo un prodotto o un servizio completo che soddisfi a pieno il cliente. Il miglioramento continuo (o Kaizen) in azienda non è solo una teoria che non trova riscontro nella pratica; esso può essere concretamente messo in atto, per ottimizzare la produzione aziendale riducendo lo spreco di risorse, attraverso il Ciclo di Deming, noto nell’ambito del project management anche come ciclo di PDCA (Ciclo PlanDoCheckAct).

Cos’è il Ciclo di Deming

Il ciclo di Deming o ciclo PDCA o, ancora, ciclo di Shewhart è una procedura, divisa in quattro fasi, di gestione aziendale che riguarda, in maniera specifica, il miglioramento della produzione mediante l’ottimizzazione dei processi lavorativi, la risoluzione delle eventuali criticità (problem solving) e la diminuzione di qualsiasi tipologia di spreco.

Fasi del ciclo: Plan Do Check Act

Il ciclo di Deming si articola in 4 fasi distinte che si ripetono, in maniera ciclica, fino al raggiungimento del miglioramento della produttività, obiettivo ultimo del ciclo. Le 4 fasi sono:

  1. PLAN o fase della Pianificazione: senza un’attenta pianificazione non si può procedere all’azione. Per cui la prima fase del ciclo di Deming prevede l’esecuzione di un piano: monitoraggio dei sistemi, individuazione dei problemi e stesura di un piano di intervento per la risoluzione delle criticità;
  2. DO o fase dell’Esecuzione: dal piano in forma teorica alla sua applicazione pratica! In questa fase si passa all’esecuzione del piano per il miglioramento continuo elaborato nel corso della prima fase. Nello stesso tempo, si raccolgono i dati elaborati nel corso dell’esecuzione del piano necessari alla fase successiva;
  3. CHECK o fase del Controllo: dopo l’esecuzione si passa al controllo dei dati raccolti. Nella terza fase o fase del controllo (check) l’organico deputato al miglioramento continuo dei sistemi di produzione è chiamato ad analizzare accuratamente i dati statistici ricavati nel corso della messa in atto del piano di miglioramento. Sempre in questa fase, si valutano tutte le eventuali correzioni da apportare al piano per integrarlo;
  4. ACT o fase dell’Azione: quest’ultima fase prevede l’applicazione del piano, integrato con le eventuali modifiche, al fine di garantire una sempre crescente qualità del processo produttivo aziendale. Al termine del ciclo di Deming, se la produzione raggiunge i miglioramenti prescritti non è detto che il ciclo non possa essere nuovamente applicato alla produzione così da mantenere costante nel tempo la qualità e il miglioramento.

Edwards Deming e la qualità continua

Il ciclo di Deming fu elaborato da W. Edwards Deming negli anni 50’ del Novecento in Giappone, dove il concetto di qualità continua, legato alla produzione industriale, richiedeva un investimento eccessivo di fondi e comportava un enorme spreco di risorse.

Per invertire questa tendenza al consumo, Deming ideò un ciclo di miglioramento continuo che, oltre a garantire la qualità produttiva, eliminasse anche il concetto di spreco nell’ambito della produzione e della messa a punto dei sistemi aziendali.

A quali procedure si applica il ciclo di Deming

Il ciclo di Deming o ciclo PDCA può essere applicato a differenti procedimenti in ambito aziendale, tra questi:

  • Alle azioni di problem solving
  • Alla gestione dei progetti
  • Alla gestione e alla crescita delle risorse umane
  • Alla produzione di nuovi prodotti
  • Ai controlli strutturali e alle manutenzioni tecniche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 9 =