Gli Stili Comunicativi: Aggressivo, Passivo e Assertivo

Gli Stili Comunicativi: Aggressivo, Passivo e Assertivo

Quando parliamo di Stili Comunicativi, è doveroso chiarire in primo luogo a che cosa  ci stiamo riferendo. Normalmente vengono indicati Stili Comunicativi: lo Stile Aggressivo, lo Stile Passivo e lo Stile Assertivo.

Ognuno di questi ha delle caratteristiche ben definite, date da pensieri, emozioni e comportamenti che nel corso di questo articolo proveremo ad analizzare.

Ma vediamo di dare una definizione.

Stili Comunicativi: Definizione 

stili comunicativi
unica

Per stile comunicativo si intende l’insieme di comportamenti posti in essere durante una qualunque comunicazione interpersonale, sia utilizzando la comunicazione verbale che quella non verbale.

Come detto in precedenza solitamente si fa riferimento a tre Stili Comunicativi (Aggressivo, Passivo, Assertivo), da immaginare come un gradiente dove lo Stile Aggressivo e quello Passivo sono estremi e opposti, mentre lo Stile Assertivo si trova in mezzo. 

Vediamoli uno per uno.

Stile Passivo

Lo Stile Passivo, caratterizza quelle persone i cui comportamenti sono spesso tesi ad inibire le proprie emozioni come rabbia, gioia, tristezza, ecc. ecc. Causa di queste inibizioni posso essere. costante imbarazzo, ansia o continui sensi di colpa.

Le persone con stile passivo, generalmente si sentono oppresse e intimorite dagli altri, tendono a scusarsi eccessivamente, e spesso sono depresse con bassa autostima.

Questo, rende loro molto difficile riuscire a soddisfare i propri bisogni ed instaurare relazioni con gli altri.

Per fare alcuni esempi, ha uno stile Comunicativo Passivo chi:

  • Ha difficoltà ad esprimere il proprio pensiero
  • Ha difficoltà nel prendere decisioni
  • Ha sempre bisogno dell’approvazione altrui
  • Cerca sempre di evitare i conflitti
  • Dipende dal giudizio altrui
  • Ha spesso paura di sbagliare

Stile Aggressivo

Lo stile aggressivo in comunicazione è fatto di atteggiamenti che portano spesso a una comunicazione conflittuale. E’ quello preferito da persone determinate che vogliono raggiungere obiettivi anche a discapito dell’altro. Solitamente chi comunica in modo aggressivo riesce a ottenere risultati ma a discapito degli altri. Chi sceglie di adottare uno stile di comunicazione più aggressiva dunque, deve essere cosciente che rischia il conflitto ad ogni relazione interpersonale. Sono più inclini al conflitto ed a risolvere dispute con la violenza sia verbale che fisica. Questo li porta a mettere chi li circonda a disagio.

La persona con stile Aggressivo è spesso estremamente egocentrica non lascia spazio a nessuno e tende continuamente ad imporsi. Non ammette mai i suoi errori.

Come conseguenza però le persone Aggressive finiscono per essere evitati dagli altri, avendo così scarso successo sociale e essendo spesso insoddisfatti di se.

Per fare qualche esempio, ha uno Stile Comunicativo Aggressivo Chi:

  • Prevarica, domina e manipola
  • Sceglie per gli altri imponendosi
  • Non da peso alle idee e opinioni altrui
  • Non riconosce i meriti altrui
  • Interrompe di continuo il suo interlocutore
  • Non accetta di poter sbagliare

Stile Assertivo

Lo Stile Comunicativo Assertivo invece caratterizza quelle persone che basano sull’onestà e la trasparenza l’espressione dei propri bisogni, sentimenti e pensieri. Non provano imbarazzo a comunicare i loro disagi ed esprimere le loro emozioni, perché lo fanno in modo socialmente adeguato senza sminuire ne prevaricare quelle degli altri. 

Le Persone con stile comunicativo assertivo, agiscono per raggiungere i propri obbiettivi rispettando sempre e comunque gli altri, difficilmente vivranno stati di ansia o imbarazzo. Mantengono una buona autostima. Questo Stile comunicativo aiuta molto nei rapporti interpersonali in quanto rende le persone apprezzabili e piacevoli.

Per fare qualche esempio, ha uno stile Comunicativo Assertivo chi:

  • Riconosce ed esprime le sue emozioni
  • E’ onesto con se stesso e con gli altri
  • Vive relazioni in modo sano, aperto e disponibile
  • Rispetta il pensiero e le idee degli altri anche se non le condivide
  • E’ un buon ascoltatore
  • E’ restio a giudicare
  • Non accetta di essere manipolato 

Con questo breve articolo nel quale abbiamo analizzato i principali Stili Comunicativi, non vogliamo generalizzare ed incoraggiare ad etichettare le persone che ci circondano. Il nostro intento è quello di dare uno sguardo più approfondito a quelli che sono i nostri comportamenti e quelli degli altri così da provare a conoscerli meglio e magari  migliorarli.

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.