Cosa si intende per redditività di un progetto?

Cosa si intende per redditività di un progetto?

Ogni nuovo progetto rappresenta una sfida esaltante per un project manager o un imprenditore, ma bisogna anche valutare se questa nuova impresa si tradurrà in un ricavo e in un utile per l’azienda. In questo articolo quindi capiremo insieme cosa si intende per redditività di un progetto e perché è un indicatore così importante quando si sceglie di intraprendere un nuovo rapporto con un cliente. 

Cominciamo subito a spiegare un concetto fondamentale per comprendere cosa sia la redditività di un progetto, il break even point. In italiano viene tradotto come punto d’equilibrio o più correttamente come punto di pareggio. In breve, è quel momento dello sviluppo di un progetto in cui si comincino ad averne i ricavi, superando finalmente i costi variabili e i costi fissi. Una tappa fondamentale che si può calcolare in anticipo per capire se conviene dire sì alla richiesta di un cliente. 

Oltre a questa pietra miliare, dobbiamo considerare altri indici di redditività, parametri che restituiscono la capacità di un’azienda di creare valore e reddito e sono utili per un’analisi economica. È un elenco molto lungo da cui possiamo estrarne 4 imprescindibili:

ROE: return on equity

In parole povere, il ROE è la redditività del capitale netto, cioè quanto il capitale investito nell’azienda sta producendo utili. È il primo parametro che ci dice quanto è remunerativo un dato investimento. 

ROI: return on investment

Questo acronimo si può tradurre come la redditività del capitale investito, cioè quanto gli investimenti in quella azienda sono stati in grado di creare reddito. Fa riferimento però alla sola gestione caratteristica di un’impresa, cioè la sua attività tipica e quindi indica quanto rendono gli investimenti che sono stati fatti nell’attività principale e non, ad esempio, in investimenti in attività collaterali. 

Il ROI si calcola con il rapporto tra due valori: reddito operativo e capitale investito netto operativo. 

ROS: return on sales

Altro indicatore da considerare è il margine di profitto sulle vendite, il ROS. È talmente importante che si consiglia di monitorarlo costantemente durante il corso dell’anno per accorgersi per tempo di eventuali discrepanze e intervenire subito. Permette infatti di capire quanto un’azienda guadagna su ogni vendita e mette in relazione reddito operativo e ricavi di vendite o prestazioni. 

ROA: return on assets

Per ROA si intende la redditività di un’impresa in rapporto alle risorse impiegate per la propria attività. Con questo parametro si evince quanto la tua azienda riesce a generare reddito in base al capitale investito. Questa misurazione potrebbe trarre in inganno se presa in considerazione in un anno solo: si consiglia quindi di metterla in comparazione con il ROA di anni precedenti o di aziende concorrenti. 

MOL: margine operativo lordo

Se in italiano è conosciuto come MOL, lo stesso indicatore di redditività è conosciuto anche a livello internazionale come EBITDA, un lungo acronimo che significa earnings before interest, taxes, depreciation and amortization, cioè gli utili prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamenti. Indica il reddito di un’impresa per la sua sola gestione caratteristica. Come si può capire dall’acronimo inglese, vengono infatti esclusi gli interessi, attivi o passivi, le tasse, gli ammortamenti e gli accantonamenti. 

È un indicatore da tenere in considerazione per capire se la tua azienda riesce a creare ricchezza con la sola gestione caratteristica e senza interventi come accantonamenti o interessi finanziari. 

EBIT: earnings before interest and taxes

Altro acronimo inglese, EBIT sta per earnings before interest and taxes, e indica quanto reddito l’azienda è in grado di generare prima dell’intervento di interessi e delle tasse. Insieme al EBITDA è un indicatore che può essere usato per valutare le performance della tua impresa. 

Tutti questi indicatori insieme possono darti molti numeri su cui riflettere e darti gli strumenti per valutare un nuovo progetto.

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

VIDEOCORSO GRATUITO

Come creare espansione aziendale

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG

Mercoledì 12 Ottobre - Ore 19:00

Webinar GRATUITO
Business Coaching

"Come diventare un Business Coach efficace, gestire la propria azienda con successo o crearsi un reddito integrativo e farlo di professione..."

- Attenzione: I posti SONO limitati -

Mercoledì 12 Ottobre - Ore 19:00

Webinar GRATUITO Business Coaching

"Come diventare un Business Coach efficace, gestire la propria azienda con successo o crearsi un reddito integrativo e farlo di professione..."

- Attenzione: I posti SONO limitati -

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.