Come mantenere la concentrazione sugli obiettivi di business

Mantenere la concentrazione sugli obiettivi di business e rimanere motivati non sempre è una cosa facile. Quando si gestisce un’attività, che sia grande o piccola, cose da fare, progetti, urgenze e scadenze sono sempre di più e sempre più gravosi, e non mancano ovviamente gli imprevisti.

Gestire adeguatamente il flusso del lavoro può diventare difficoltoso e si può rischiare un sovraccarico di stress, cosa che può fare addirittura perdere la motivazione.

Tutto questo, però, va assolutamente evitato se si vuole continuare a far crescere la propria azienda: la capacità di concentrarsi è infatti fondamentale per acquisire sempre nuove conoscenze e competenze e diventare così un imprenditore di successo.

Scopriamo insieme quali sono i fattori che influenzano la concentrazione, in modo da esserne consapevoli e poter correggere subito il tiro.

Fattori che influenzano la concentrazione

L’attenzione e la concentrazione possono subire dei cali a causa di vari fattori, il primo tra i quali è l’insufficienza di sonno che porta a stanchezza fisica e, soprattutto, mentale. Un’ulteriore causa può senz’altro essere la mancanza di motivazione, che dilata in maniera significativa il tempo impiegato per portare a termine un compito.

Inoltre, i cali di concentrazione possono essere dovuti anche alle distrazioni e alle continue interruzioni che dipendono non solo dagli altri ma anche da noi stessi, distratti probabilmente dall’utilizzo frequente dello smartphone.

Il calo della concentrazione, a lungo andare, porta ad una sensazione di inconcludenza e di frustrazione, ma soprattutto a stress cronico e irritazione, che portano alla continua procrastinazione e alla perdita del tempo e della necessaria attenzione sulle cose da fare.

Esistono però degli accorgimenti che si possono adottare per aumentare il proprio livello di concentrazione: scopriamo come mantenere la concentrazione ed essere più produttivi.

Come mantenere la concentrazione

La concentrazione, al pari di un muscolo, può essere allenata, ma per portare la propria concentrazione ad un livello ottimale sono necessari impegno e costanza.

Ecco dei consigli per mantenere la concentrazione:

1.      Avere in mente un quadro generale della situazione

Questo è un consiglio utile per mantenere il focus sia sui compiti della giornata sia sugli obiettivi da raggiungere nel medio e lungo termine. Potrebbe essere d’aiuto, a tal proposito, creare anche una Vision Board sulla quale mettere per iscritto obiettivi e traguardi che si intende raggiungere. Avendo una panoramica generale, sarà più facile organizzare il lavoro e stabilire le priorità.

2.      Rimanere focalizzati sull’obiettivo

Dopo aver stabilito gli obiettivi ordinandoli in base alla loro priorità, bisogna lavorare su ognuno di essi. Ciò facilita sia il compimento delle azioni quotidiane sia il raggiungimento dei macro obiettivi, tenendo la mente sempre concentrata su ogni piccolo passo che porta ai grandi traguardi di business. Per mantenere il focus sui propri obiettivi, inoltre, è fondamentale evitare i paragoni con gli altri facendosi sopraffare dai loro successi, perché ciò porta inevitabilmente ad una sensazione di inadeguatezza e allo spreco di tempo prezioso.

3.      Programmare delle pause

Nell’effettuare dei lavori molto lunghi e complessi, può essere di grande aiuto definire degli archi di tempo per lavorare e dei piccoli intervalli di tempo per fare delle pause; ciò spezzerà anche la giornata di lavoro più lunga in tante frazioni lavorative più brevi, cosa che permette una maggiore e più efficace concentrazione.

4.      Eliminare le distrazioni

Spesso si pensa che leggere le e-mail, controllare frequentemente il proprio smartphone per essere sempre aggiornato su ogni cosa che riguardi il lavoro e magari anche svolgere più attività contemporaneamente sia una cosa che porta ad essere produttivi al massimo: ebbene, non è affatto così, anzi! Queste piccole ma continue distrazioni portano solo a sprecare tempo ed energie. È consigliabile disattivare le notifiche del proprio smartphone e tenere invece a portata di mano carta e penna per appuntare tutte le idee che possono venire in mente durante il lavoro: questo è l’unico modo in cui lasciare spazio alla mente può davvero implementare la produttività.

5.      Trovare il tempo per le distrazioni

Questo consiglio potrà sembrare in contrasto con il precedente, ma invece uno dei modi migliori per essere più produttivi è proprio quello di dedicare del tempo anche ad altre cose che non siano il lavoro, creandosi del tempo libero in cui poter liberare la mente, da dedicare alla famiglia, agli amici, agli hobby. Il tempo libero, infatti, è necessario perché aiuta il cervello a ricaricare le energie per poter essere ancora più reattivo quando serve.

Leggi anche: Pianificare le attività lavorative attraverso le fasi della pianificazione strategica

Contenuti dell'articolo

Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG