Come gestire, valutare e motivare le risorse umane in azienda?

Come gestire, valutare e motivare le risorse umane in azienda?

Gestire, valutare e motivare i propri dipendenti sono attività chiave per il successo dell’azienda. Richiedono idonee strategie e il giusto approccio. 

Vediamo cosa fare per coordinare, dare feedback e incentivare le risorse umane ottenendo il massimo beneficio sia per l’azienda che per i dipendenti.

Il personale che ha chiari ruoli, obiettivi, ma anche protocolli e processi; che è correttamente valutato nel tempo e ha la prospettiva di crescere in azienda, è più motivato. Ha infatti prestazioni maggiori e, di conseguenza, anche le performance dell’azienda, nel complesso, migliorano progressivamente. 

Nell’articolo come aumentare la produttività del personale abbiamo dato consigli su come aumentare la produttività del personale.

Le persone rappresentano il capitale umano, una risorsa fondamentale in grado di aiutare l’azienda a differenziarsi dai propri competitor. L’obiettivo primario di una corretta gestione delle risorse umane deve essere proprio un incremento del valore della società attraverso gli individui.

La gestione delle risorse umane è quindi un’attività cruciale dell’HR manager, il responsabile del dipartimento HR, il reparto Risorse Umane.

Gestire il personale richiede l’intervento del reparto HR in ambiti anche molto differenti tra loro, tra cui:

  • Recruiting del personale necessario alle attività aziendali;
  • Onboarding, ossia l’inserimento dei nuovi assunti;
  • Ricerca dei talenti;
  • Facilitazione delle comunicazioni e dello scambio di informazioni tra i vari livelli aziendali;
  • Monitoraggio delle performance;
  • Definizione dei sistemi premianti;
  • Feedback;
  • Valutazione del personale, sia singolarmente che in gruppi;
  • Creazione di piani di formazione e sviluppo.

Non bisogna essere però una multinazionale con centinaia o addirittura migliaia di dipendenti per scegliere di organizzare al meglio la gestione del capitale umano in azienda

Anche le realtà di piccole e medie dimensioni, come quelle che costituiscono il tessuto imprenditoriale italiano, possono, anzi devono, recepire alcuni principi fondamentali e applicarli ogni giorno per ottimizzare al massimo le risorse umane e impostare piani e programmi in grado di favorire tutte le parti in gioco.

Vediamo adesso alcuni passaggi chiave per gestire, valutare e motivare le risorse umane in azienda ottenendo un aumento della produttività aziendale.

La migliore gestione delle risorse umane parte dalla strategia della selezione del personale

Il primo passo richiesto da una corretta gestione del personale è saper selezionare i giusti talenti per organizzare la squadra migliore per la propria azienda.

Spesso la difficoltà più grande per l’imprenditore è trovare le persone giuste per quel dato ruolo.

La ricerca e la selezione del personale sono attività strategiche a cui troppe volte non si dedica tempo.

Perché la ricerca del personale sia davvero efficiente ed efficace occorre che:

  1. Il sistema di selezione consenta la scrematura agevole e veloce dei curricula, evitando inutili perdite di tempo e spreco di risorse;
  2. Vi sia un metodo per costruire una scheda di selezione in grado di consentire anche a più selezionatori di procedere con le interviste che saranno strutturate in modo da lasciare poco o per nulla spazio alla soggettività del selezionatore stesso. Si evita, così, il classico colloquio in cui si chiede al candidato “Raccontami qualcosa di te”, anziché intervistarlo in funzione della posizione ricercata;
  3. Esista un adeguato protocollo che consenta di definire, per ciascun esaminato, il corretto grado di adeguatezza rispetto alle caratteristiche e competenze ricercate;
  4. Sia stato definito un sistema per strutturare ogni fase della formazione e dell’inserimento che consente al candidato scelto di essere accompagnato al meglio nella squadra di lavoro e di acquisire, giorno dopo giorno, il grado di autonomia più adatto al caso.

A monte di tutto questo vi è la corretta, chiara e inequivocabile identificazione del profilo richiesto per il dato ruolo di cui si indicheranno le hard e soft skill essenziali.

Se vuoi ulteriormente approfondire il tema ti consiglio di leggere l’articolo, Ricerca e selezione del personale: tecniche fasi e consigli.

Proseguendo, una corretta gestione del personale richiede anche la definizione del funzionigramma aziendale e la costruzione del mansionario. Nell’articolo A cosa serve il mansionario, troverai consigli utili per elaborare un mansionario adatto alle molteplici realtà imprenditoriali: sarà un valido strumento per PMI, funzioni manageriali e liberi professionisti.

La valutazione come momento cruciale nella gestione delle risorse umane

Aver selezionato le persone più adatte a ciascun ruolo è il primo passo per la miglior gestione delle risorse umane.

Una volta attratto talenti e scelti quelli più idonei al caso, occorre costruire un sistema di feedback oggettivo basato su dati concreti o comportamenti osservabili e valutabili. 

Per impattare positivamente sulle performance delle risorse umane, i feedback devono essere:

  • Legati a obiettivi di apprendimento o di risultato delle prestazioni raggiunte;
  • Attendibili in quanto basati su informazioni reali o comportamenti valutabili in maniera oggettiva;
  • Frequenti e programmati;
  • Funzionali al processo e non solo al risultato finale.

Valutare correttamente il personale consente anche di elaborare un sistema premiante equo e chiaro, in grado di incentivare, valorizzare e gratificare correttamente i dipendenti.

Questo è un ulteriore compito strategico delle Risorse Umane che deve mirare a:

  • Trattenere i migliori talenti già presenti in azienda;
  • Attrarre nuovi talenti;
  • Migliorare la produttività dei dipendenti e quindi il valore del capitale umano;
  • Creare un sano ambiente di lavoro stimolante.

Anche nel caso della definizione dei premi per il personale è necessario seguire un metodo che sia facilmente applicabile e in grado di dare risultati replicabili. 

Come motivare il personale intervenendo sull’ambiente di lavoro anche virtuale

Per mantenere alta la motivazione del personale è importante anche creare il giusto “ambiente di lavoro”, altro compito fondamentale delle Risorse Umane.

Per ambiente di lavoro non intendiamo solo l’ambiente fisico ma tutto ciò che riguarda:

  • Comunicazione e il dialogo tra i vari livelli aziendali;
  • Ascolto attivo delle necessità dei singoli dipendenti e dei gruppi di lavoro;
  • Possibilità di sviluppo personale e professionale;
  • Chiarezza e la condivisione degli obiettivi;
  • Possibilità di esprimere la propria opinione, di partecipare alla crescita e al miglioramento della propria realtà lavorativa;
  • Creazione di un ambiente accogliente, stimolante e creativo;
  • Attività di team building;
  • Celebrazione dei successi.

E infine, la cura anche degli spazi fisici, tema trattato nell’articolo come migliorare il luogo di lavoro, in cui troverai consigli, ad esempio, su come ottimizzare gli uffici o creare spazi e aree relax.

È importante dar vita a un luogo di lavoro che sia accogliente, che stimoli la creatività e inviti alla collaborazione e allo scambio tra gli individui. Un luogo in cui ciascun dipendente abbia voglia di lavorare e stare. 

Il tema della realizzazione di un ambiente di lavoro positivo, in grado di motivare le risorse umane è diventato certamente più complesso in seguito all’aumento del ricorso allo smart working. 

Creare il giusto ambiente di lavoro anche quando le risorse umane lavorano in larga misura online è indispensabile per mantenere alta la motivazione di ogni elemento del personale. 

Nell’articolo Come motivare i collaboratori in Smart Working, abbiamo dato suggerimenti per perseguire quest’obiettivo, tra cui:

  • Assicurarsi che ciascun collaboratore abbia le idonee dotazioni;
  • Aiutare i dipendenti a organizzare la propria agenda;
  • Accompagnare le risorse umane passo dopo passo per arrivare alla delega totale dei compiti; 
  • Dare valutazioni frequenti;
  • Creare momenti di celebrazione comune dei successi anche per rafforzare lo spirito di squadra e costruire un sano contesto culturale di miglioramento continuo e sprono reciproco.

Conclusioni

Abbiamo visto che gestire, valutare e motivare le risorse umane è di importanza cruciale per ogni azienda perché il capitale umano è una grande ricchezza e può aiutare una realtà imprenditoriale ad avere un vantaggio competitivo nel proprio mercato.

Per ottenere il massimo da queste attività occorre un metodo. Sono indispensabili protocolli e procedure in modo da replicare i risultati, monitorare le attività e capire se effettivamente si sta ottenendo l’esito migliore oppure se è utile aggiustare il tiro.

Business Coaching Italia ha sviluppato protocolli specifici ed estremamente agili cha aiutano ogni giorno imprenditori e professionisti a gestire al meglio le risorse umane, in particolare a:

  • Selezionare le risorse più idonee ed inserirle nel contesto lavorativo;
  • Monitorare e valutare l’operato di ogni dipendente attraverso i cruscotti di KPI aziendali indispensabili per dare informazioni non solo sui risultati ma anche sui processi;
  • Creare sistemi premianti davvero efficaci perché in grado di motivare non solo attraverso bonus monetari, correttamente definiti, ma anche percorsi di sviluppo e crescita personale e professionale ad hoc.

Contenuti dell'articolo

VIDEOCORSO GRATUITO
Come creare espansione aziendale
Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Prenota GRATIS la tua sessione gratuita di Business Coaching.