Leadership formale e informale diretta indiretta

La parola leadership vuol dire guidare, dare una direzione, è rappresentata da colui che assume la posizione più alta all’interno di un gruppo di persone.

In ambito aziendale la leadership è l’azione combinata di varie azioni che prevedono la gestione dei flussi economici e finanziari, l’organizzazione, la coordinazione e direzione del team, ecc. al fine di raggiungere lo scopo dell’attività d’impresa che è quello di realizzare un profitto.

Il leader per gestire la propria azienda deve coniugare le sue doti manageriali (hard skills) con quelle personali (soft skills), ma vediamo nello specifico di quali capacità su tratta:

  • visione e innovazione è la capacità di guardare lontano senza avere paura delle proprie idee e intuizioni;
  • capacità di delegare i vari compiti al proprio personale in base alle loro attitudini e alla loro formazione professionale, facendo sentire tutti coinvolti nelle gestione aziendale;
  • autoconsapevolezza, essere consapevoli delle proprie caratteristiche ed abilità e anche dei punti deboli in maniera tale da compensare le mancanze con le proprie qualità;
  • forte motivazione, fissare e avere chiaro in mente l’obiettivo reale che si vuole raggiungere e attivarsi ogni giorno in maniera costante e continua per il suo raggiungimento;
  • capacità di prendersi cura degli altri, saper prendere il meglio da ogni dipendente e aiutarlo a tirare fuori le proprie skills.

Queste sono solo alcune delle caratteristiche di un leader, altre se ne possono aggiungere in base alla proprie peculiarità sia professionali che personali, qualità che solo attraverso il lavoro e l’esperienza potranno affinarsi sempre più  e aumentare il bagaglio di esperienza del manager.

Leadership formale e informale

Il modello di leadership a cui ci siamo riferiti fin’ora è detto formale in quanto è un ruolo istituzionale e riconosciuto da tutti i collaboratori aziendali. Si tratta di una figura che viene predefinita al fine di una  gestione aziendale efficiente e funzionale, dove il leader ha il compito di dirigere, coordinare, decidere controllare tutta la gestione aziendale.

Invece si parla di leadership informale quando grazie a una personalità molto forte, prevalente e spiccata una persona viene riconosciuta come punto di riferimento e guida del gruppo. Anche se ufficialmente non è un manager, grazie alle sue capacità viene riconosciuta come tale e si identifica in essa la figura di leader da seguire. Alcune caratteristiche del leader informale sono l’empatia, il carisma e la capacità di creare relazioni di fiducia con gli altri.

Leadership formale e informale

Leadership diretta e indiretta

La leadership che si instaura tra l’imprenditore e il resto del personale è detta diretta in quanto si basa su un rapporto diretto che non ha intermediari.  Ma si può verificare anche il caso d leadership indiretta cioè quando un soggetto che è riconosciuto come leader da più persone ma queste non dipendono da lui in maniera diretta, questo perché l’organizzazione aziendale prevede dei manager intermedi (middle manager) che fanno da tramite nella realizzazione delle strategie e quindi degli obiettivi dell’impresa.

Contenuti dell'articolo

Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG