Capacità e competenze organizzative

Le capacità e competenze organizzative fanno parte delle soft skills lavorative fondamentali e sono anche trasferibili a un dipendente.

Tali abilità comprendono tutte quelle attitudini che rendono un individuo capace di pianificare gli impegni, stabilirne le priorità e raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo modo il lavoratore, dopo aver organizzato le proprie attività, può concentrarsi al meglio sui suoi progetti ed essere maggiormente produttivo ed efficiente.

I responsabili delle Risorse Umane e i manager sono alla ricerca di dipendenti che, oltre a saper svolgere le specifiche attività per le quali si candidano, sappiano anche sapersi adattare velocemente all’azienda e alla sua struttura organizzativa.

Dunque le capacità e competenze organizzative sono altrettanto importanti di quelle relazionali, perché aiutano a mantenere il focus sugli obiettivi migliorando la gestione del tempo e insieme anche il rapporto con i colleghi.

Abilità organizzative: perché sono importanti e come possono migliorare il lavoro

Le capacità e competenze organizzative sono fondamentali per la gestione del tempo e delle risorse e sostengono l’intera struttura professionale di un lavoratore.

Queste attitudini non sono innate: possono essere acquisite ed incrementate con degli approcci specifici, e non possono assolutamente mancare in un curriculum europeo.

I dipendenti che possiedono ottime capacità organizzative sono una risorsa molto preziosa all’interno dell’organico aziendale, perché sono capaci di mantenere la calma e di sfruttare appieno le loro competenze e la loro preparazione attraverso una pianificazione sistematica del lavoro.

Spesso la struttura organizzativa di un’azienda prevede lo svolgimento di task e attività in tempi predefiniti e molto serrati, e l’unico modo efficace per farlo evitando il rischio della procrastinazione, è proprio l’attitudine all’organizzazione del lavoro.

5 abilità organizzative da possedere

L’esperto statunitense David Allen afferma che vi sono cinque capacità e competenze organizzative fondamentali, che incrementano la produttività e migliorano la capacità di gestione del tempo.

Scopriamo quali sono le cinque abilità organizzative che bisogna assolutamente possedere.

Memoria

In qualsiasi luogo di lavoro viene chiesto a un dipendente di svolgere determinati compiti. Nel momento della richiesta il dipendente è convinto di averli recepiti, ma in realtà le richieste rimangono nella memoria solo per un breve lasso di tempo.

Ciò accade perché le informazioni si fissano soltanto nella memoria a breve termine, che non può immagazzinare un’ingente quantità di notizie, e questo può portare ad uno spreco di energie che a sua volta causa nel soggetto uno stress non indifferente.

Questo problema si può risolvere mettendo subito per iscritto i compiti assegnati e depennarli quando sono stati portati a termine. Questo schema così pianificato aiuterà ad alleggerire la mente da una mole troppo grossa di informazioni e migliorerà l’organizzazione del lavoro.

Elaborazione

L’elaborazione è la diretta conseguenza della memoria: rielaborare e riordinare i pensieri è necessario per poter ricordare tutti i compiti da svolgere.

Tale competenza organizzativa e gestionale è molto apprezzata e ricercata, perché permette di comprendere l’importanza e l’urgenza di ogni mansione e di stabilirne le priorità. Inoltre permette di capire quali compiti possono essere delegati o addirittura tralasciati.

A questo scopo è consigliabile approntare una to-do list, ovvero una scaletta dei compiti da svolgere, con la quale si può mantenere la concentrazione e migliorare la propria organizzazione ed efficienza.

La scaletta non deve assolutamente comprendere:

·        mansioni da delegare ad altri;

·        mansioni da svolgere senza urgenza;

·        cose da poter fare nell’immediato;

·        mansioni per le quali non è necessaria un’azione diretta;

·        progetti interi, perché la lista deve contenere solo le attività.

Organizzazione

Le capacità e competenze organizzative si sviluppano con le esperienze dirette e con il tempo. Tali attitudini derivano dalle proprie scelte e dalla propria impostazione mentale.

Al fine di lavorare con una buona organizzazione, si raccomanda di:

·        avere una lista delle attività da svolgere a breve termine;

·        archiviare correttamente i compiti portati a termine;

·        pianificare obiettivi smart con relative tempistiche e orari;

·        creare dei promemoria oppure organizzare le mansioni con l’aiuto di app specifiche, in modo da poter rivedere i compiti non urgenti in un altro momento.

Questo metodo permetterà di sviluppare la propria efficienza mentale, che sappia:

·        incrementare il pensiero creativo;

·        prendere appunti;

·        pianificare lo sviluppo;

·        individuare i problemi;

·        parlare in pubblico.

Revisione

La revisione è la capacità di passare in rassegna tutte le attività, stabilendo quella più importante da svolgere considerando anche i fattori del tempo e delle risorse.

Anche in questo caso un valido strumento di supporto possono essere le to-do list contestualizzate, per distinguere le attività da svolgere in un breve periodo da quelle che invece richiedono più tempo e un maggiore impiego di risorse.

Azione

L’azione è l’unica strada per riuscire a essere organizzati e affinare tutte le abilità descritte nei paragrafi precedenti, ma anche per mettersi alla prova e per gestire i propri progetti in maniera professionale.

Dopo la creazione delle to-do list, infatti, è indispensabile attivarsi immediatamente per spuntare subito le attività svolte, assegnando i vari compiti in relazione ai diversi ruoli ricoperti nel team.

Anche il team deve possedere una buona struttura organizzativa, e per farlo è necessario che al suo interno vi sia sempre una comunicazione efficace. Infatti, le persone ben organizzate riescono a mantenere più facilmente il proprio ruolo all’interno della squadra di cui fanno parte.

Contenuti dell'articolo

Senti un limite alla crescita del tuo business?
SUPERALO con noi e ottieni l'azienda che hai sempre sognato!
Scopri come fare

Scopri il metodo BCI

Possiamo costruire un programma
di coaching su misura per la tua azienda

Possiamo costruire un programma di coaching su misura per la tua azienda

Abbiamo fondato il metodo sui principi dell’Autoefficacia perché offrono risultati concreti e scientificamente misurabili. Al coaching basato sull’Autoefficacia abbiamo unito la consulenza 1-1.

Ti potrebbe interessare anche...

Argomenti del BLOG